Week-end a Saint-Malo

Saint-Malo, la città dei corsari, è un gioiellino in riva al mare, protetto dai suoi bastioni. I negozi sono aperti la domenica praticamente tutto l’anno, e le passeggiate e i siti da vedere non mancano... La promessa di un week-end di relax, di scoperte e di aria di mare!

  • Autore

    Journaliste

  • Aggiornato il

    08/09/2016

  • Destinazione

    Saint-Jouan-des-Guérets

Saint-Malo è ricca di storia: sui bastioni, al castello o nella città vecchia, ripercorri i passi dei marinai e scopri il litorale di Saint-Malo e della Côte d'Émeraude (Costa di Smeraldo) al ritmo delle maree. Itinerario nella città corsara in 10 tappe imperdibili.

1. Ammira il panorama dal torrione del castello

Entra nel Museo di Storia di Saint-Malo, situato nel castello, poi accedi alle torrette di osservazione del torrione che domina l’edificio. Potrai godere di una vista su tutta la città, sulla baia di Saint-Malo e sul Forte Nazionale. Se il cielo è limpido, questo punto di osservazione offre un panorama imperdibile sulla Costa di Smeraldo, da Capo Fréhen a ovest fino alla Punta della Varde a est.

2. Fai il giro dei bastioni e immergiti nella storia dei corsari

Passeggiata preferita non solo dai turisti, ma anche dagli abitanti del luogo, il giro dei bastioni resta un classico imprescindibile per tuffarsi nella ricca storia della città corsara. Ci vorranno circa 40 minuti per percorrere i 1.754 metri del “giro delle mura”, che offre interessanti scorci sulle spiagge, con i forti e le isole da un lato e le viuzze della vecchia cittadella fortificata, o “intramuros”, dall’altro. Il nostro suggerimento per tenere occupati i più piccoli nel corso di questa passeggiata: procurati il “Diario di bordo del piccolo corsaro” presso l’Ufficio del Turismo per rendere la storia della città interessante anche per loro.

3. Dimentica lo stress nell’ambiente rilassante delle Terme Marine

Lo scenario delle Terme Marine basterebbe da solo ad allentare tutte le tue tensioni! Le Terme Marine dominano la spiaggia del Sillon su cui si affacciano ville estive del XIX secolo e sono all’interno di un vecchio edificio della Belle Epoque. Spa, cure all’acqua di mare o alle alghe, percorsi tonificanti in una vasca di acqua salata riscaldata tra 31 °C e 34 °C: regalati una pausa di benessere in un contesto d’eccezione. Per godere della vista sul mare a perdita d’occhio, concediti un pranzo gourmet al ristorante Le Cap Horn, con il suo menù ricco di sapori del mare: ostriche di Cancale, capesante, rombo selvaggio...

4. Cedi alle golose tentazioni della città vecchia

La città vecchia di Saint-Malo è il paradiso dei golosi! Un peccatuccio? Le “chiquette” (il lecca-lecca di una volta) al caramello e al burro salato di Guella (8 rue Porcon de la Barbinais), bottega storica di biscotti e dolciumi. Altre delizie da assaggiare? I deliziosi gelati artigianali di Sanchez (rue de la Vieille Boucherie) dai gusti a volte sorprendenti, come la fragola al balsamico: una vera droga!

5. Visita l’isolotto del Grand Bé, dove riposa Chateaubriand

Alla vigilia dei suoi 60 anni, Chateaubriand scrisse al sindaco di Saint-Malo per chiedergli l’autorizzazione di essere sepolto sull’isolotto del Grand Bé. Il suo desiderio è stato esaudito e lo scrittore romantico, nato a Saint Malo, oggi riposa in un sepolcro anonimo di fronte al mare. Quest’isolotto al largo della spiaggia del Bon Secours diventa una penisola con la bassa marea. È allora possibile percorrere il sentiero lastricato che esce dal mare per raggiungere l’isola e partire alla scoperta dei vicini Forte Nazionale e Forte del Petit Bé. Attenzione, però, a non perdere di vista le maree per non rimanere bloccato quando il livello del mare sale nuovamente!

6. Naviga nella baia di Saint-Malo su un vecchio vascello

All’arrembaggio, miei prodi! Da aprile a settembre, vivi l’avventura corsara nella baia di Saint-Malo regalandoti un’uscita in mare giornaliera su un veliero d’eccezione. Scopri la baia di Saint-Malo, le isole di Chausey, Jersey, Guernesey o l’arcipelago di Bréhat su un tre alberi d’epoca o su una riproduzione del vascello del famoso pirata locale Surcouf, prendendo il timone o semplicemente sdraiandoti a prua sotto il sole. Se in mare non ti senti a tuo agio, scegli una visita dell’Etoile du Roy, riproduzione di una fregata corsara di Saint-Malo del 1745, ormeggiata al molo nelle vicinanze del castello.

7. Scopri alcune creazioni ispirate dal mare

Al pian terreno lo spazio vendita, al piano superiore il laboratorio creativo. Non vi è alcun dubbio: le borse della boutique Vent de Voyage (3 rue Saint-Thomas, intramuros), realizzate utilizzando vele di battelli usate, sono prodotti locali al 100%. Altro quartiere, stesso legame con il mare: fatti raccontare storie di marinai, pescatori e altri lupi di mare a La Droguerie de Marine. In questa libreria del quartiere Saint-Servan, situata in un vecchio magazzino portuale ricco di fascino, ai libri si affiancano decori d’ispirazione marinaresca.

8. Lasciati deliziare dai ristoranti della città vecchia

Saint-Malo intramuros pullula di ristoranti. Ma ben lungi dal limitarsi a schierare una serie di trappole per turisti, la città vecchia riserva qualche sorpresa gustativa per i gourmet. Per qualcosa di diverso dalla classica crêpe, entra al Comptoir Breizh Café (6, rue Orme), dove le galette tradizionali sono rivisitate in versione tapas con un tocco asiatico. Per una cenetta tra innamorati, scegli invece il Bistrot Autour du Beurre (7, rue Orme). Come si può intuire dal nome, questo locale dalla cucina creativa a base di prodotti del territorio rende onore al burro. Ma non a uno qualunque: si tratta del famosissimo burro Bordier, nato a Saint-Malo e che troviamo oggi sulle tavole dei ristoranti stellati ai quattro angoli del mondo!

9. Approfitta della vista dalla Cité d’Alet

Voglia di lasciarsi sfiorare dagli schizzi del mare, lontano dalla folla della città vecchia e della zona del castello? Passeggia nella Cité d’Alet, nel quartiere di Saint Servain, a 20 minuti a ovest dalla cittadella fortificata. Questo sito storico, che custodisce le vestigia dell’epoca gallo-romana, offre una vista panoramica sulla città corsara e sulla baia, ma anche sulla diga della Rance e sulla centrale mareomotrice. Approfittane per pranzare a La Cale, un ristorante specializzato in frutti di mare dall’aspetto di una capanna di pescatori. La sua posizione è ideale: si trova di fronte al mare e alla maestosa Torre Solidor.

10. Goditi la convivialità dei bar di Saint-Malo

Generazioni intere di marinai si sono sedute ai tavoli dei bar di Saint-Malo e il loro spirito continua a fluttuare tra le stradine lastricate della città vecchia. Recati al Bar de l’Univers per discutere di vela e navigazione con skipper esperti. Alcuni di loro hanno persino partecipato alla famosissima Rotta del Rum. Arredamento sovraccarico, collezione di bambole, una cabina d’ascensore che porta ai bagni e altalene al bancone: lasciati stupire dall’eccentricità del “Café du coin d’en bas de la rue du bout de la ville d’en face le port-La Java”, il più vecchio bistrot di Saint-Malo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!